home page


MARIE HARNETT
------------------------------
di Luca Panaro



Mi interessa capire cosa ti spinge a prelevare da un grande archivio di immagini, quale è il Cinema, soltanto alcuni fotogrammi.Perché proprio quelli?
Scelgo i film che mi sembrano visivamente interessanti e le cui immagini mi spingono ad immaginarne la trama. Molto spesso non conosco la vera trama, poiché guardo il trailer in bianco e nero, senza sonoro, così da poter interpretare a modo mio le immagini. E’ complicato decidere quali film sceglierò successivamente, indubbiamente dovrà trasmettermi la voglia di esplorarne il tema.

Non ti accontenti del prelievo, senti poi l'esigenza di riprodurre quel frame attraverso la semplicità del disegno. Lo fai perché hai bisogno di intervenire direttamente sull'immagine?
In qualche modo è così. Penso che riprodurre con il disegno un’immagine voglia dire anche trasformarla, splendidamente. Mi sembra diventi più tangibile, come se si elevasse ad un altro livello. Credo, inoltre, che questo processo rimuova l’immagine stessa dal film; per questo non ho mai illustrato tutto un film, ma ho sempre provato ad usare l’immagine filmica per creare una mia narrazione.

Questa modalità ti consente di trascurare l'aspetto narrativo concentrandoti invece sulla singola scena. E' una presa di posizione nei confronti del racconto in arte?
Sono sempre cosciente dell’aspetto narrativo quando produco una serie, mi piace che i miei disegni abbiano un senso di coesione fra loro. Singolarmente sono belli, ma insieme sono ancora più ricchi.

A prima vista i tuoi lavori potrebbero sembrare fotografie. Ti interessa ingannare lo spettatore?

No, non del tutto. Mi diverto davvero nel creare lavori dettagliati, è molto faticoso e soddisfacente. Non è mai stata mia intenzione imitare la fotografia. In ogni caso, penso che le persone apprezzino questa illusione e lo scoprire che si tratta di disegni.

Hai mai pensato di partire proprio da immagini fotografiche?
In passato ho creato lavori dalle mie stesse fotografie, ma trovo che l’immagine filmica sia così vasta e meravigliosa che per il momento non mi vedo in nessun’altra direzione! C’è moltissimo da esplorae nel mondo cinematografico!

Oggi è un giorno speciale per l'Italia, “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino ha vinto l'Oscar come miglior film straniero. Sarebbe bello vedere una tua opera ispirata a questo film.
Congratulazioni per l’Oscar! Non ho ancora avuto modo di vederlo, ma mi sembra un bel film. Al momento non ho in programma di fare una serie su questo film, ma in futuro non si sa mai.


3 marzo 2014
Copyright Intervistalartista.com - Tutti i diritti riservati

Marie Harnett è nata nel 1983 a Hertfordshire (Inghilterra).

www.marieharnett.com