home page


MAICOL & MIRCO
------------------------------
di
Luca Panaro



Il vostro linguaggio semplice ed ironico nasconde una profonda attenzione per le tematiche più delicate della contemporaneità. "Polmone d'acciaio" riflette sul rapporto tra società e handicap? In modo polemico?
Il polmone d'acciaio è una descrizione del rapporto attuale tra società ed handicap. In senso lato mostra l'incapacità di una persona "normale" di rapportarsi alla disabilità, alla malattia, alla "non produttività", nonostante tutti i progressi sociali d'integrazione, informazione ecc. ecc. La polemica nasce nel momento stesso in cui si progetta un discorso del genere... comunque sì, l'ironia del lavoro in questo caso ha un valore polemico indiretto; indiretto perchè non è quella la vera finalità del progetto.

 
Nei disegni nati in seguito al laboratorio artistico allestito con i bambini delle scuole di Città Sant'Angelo (PE) si vedono immagini a dir poco inquetanti; il tema della morte e della malattia emergono con prepotenza. Che sia un modo per esorcizzare tali paure?
Esattamente. Il disegno è stato sempre usato per mediare le emozioni troppo forti. I bambini hanno una capacità di trattare argomenti per noi tabù con una leggerezza  ed una lucidità disarmante.
Il nostro ultimo corso verteve sull'immobilità, ed i bambini sono riusciti a comprendere automaticamente tutti gli aspetti di questa condizione (malattia, vecchiaia, riposo, prigione, ecc.) e a trattarli separatamente con successo.
 
Quanto c'è di personale nell'analisi capillare che state compiendo sul mondo dell'infanzia?
Non abbiamo mai fatto nulla che sentivamo profondamente in noi. Il bisogno genera azione, e per noi diventa bisogno di spiegazioni...
 
Come nasce il vostro sodalizio artistico? Concepite i vostri progetti in coppia oppure c'è una divisione dei ruoli?
Siamo nati e cresciuti insieme. Abbiamo letto i fumetti insieme e guardato i cartoni animati insieme.
Lavorare insieme è stato automatico.
In genere concepiamo in coppia, la realizzazione poi dipende dal mezzo che di volta in volta utilizziamo.

23 novembre 2002
Copyright Intervistalartista.com - Tutti i diritti riservati


Michele Rocchetti (1978) e Mirko Petrelli (1977)
maicolemirco.blogspot.com