"Intermura" Uliana&Roberto, 1999
"Intermura" Cristina&Federico, 1998


 

home page


FABIO MANTOVANI
------------------------------
di
Luca Panaro


Nel tuo ultimo lavoro
presenti alcune immagini sulla vita di coppia, realizzate grazie all'ausilio delle più sofisticate tecniche di elaborazione digitale. "Intermura" rende fotograficamente l'atmosfera della vita in comune, mostrando simultaneamente diverse situazioni di convivenza. Cosa vuoi esprimere con questo tipo di ricerca?
Le abitazioni, i vari modi di convivere e il quotidiano sono da tempo una mia curiosità. Fotograficamente considero sempre vive le immagini che ritraggono persone, dal reportage al ritratto in studio; con INTERMURA vorrei comunicare una mia visione di un tema che si può definire "sociale", cioé la convivenza, in una forma che parte dal reportage classico ma, grazie all'apporto delle tecniche digitali, realizzo in maniera più concettuale.

Illustraci le varie fasi di ripresa e di post-produzione che portano al lavoro finito; dallo scatto fotografico al montaggio digitale.
Ci sono due momenti distinti: quando sono sul posto penso a come mettere i protagonisti a loro agio e dove disporli all'interno della loro casa; le immagini di INTERMURA non hanno la pretesa di sembrare istantanee o foto "rubate" ma comunque, visto che la mia presenza é ovvia, cerco di creare un rapporto tale che i soggetti si comportino il più spontaneamente possibile (e a volte é successo fin troppo!). Poi viene la fase tecnica, cioé la scelta degli scatti più significativi e il montaggio di questi in un'immagine unica; parto da un negativo bianconero che scansiono e elaboro con un programma di fotoritocco, poi faccio stampare in digitale il file creato.

Ti consideri un fotografo professionista prestato all'arte oppure un artista che si mantiene facendo fotografie?
Mi considero un artigiano della fotografia; essendo la mia professione, conosco le tecniche per realizzare qualunque tipo di immagine pubblicitaria, e questo mi serve per lavorare su commissione e di conseguenza sostenermi economicamentei; contemporaneamente viene l'esigenza di ricercare un mio mondo fotografico sviluppando temi che mi interessano di cui io sono l'unico committente. A volte queste ricerche ricevono una risposta positiva e vengono considerate fotografie artistiche, ma non ho mai messo l'occhio dietro il mirino pensando: "e adesso ti faccio una foto artistica!", semplicemente metto a disposizione della mia fantasia tutta la tecnica che possiedo, alla stregua appunto dell'artigiano che realizza un'idea facendola passare dalla mente alle mani.

Modena, 1 Ottobre 2002
Copyright Intervistalartista.com - Tutti i diritti riservati


Fabio Mantovani è nato nel 1970 a Bologna
www.fabiomantovani.com